Home » Reverse vending: il vuoto a rendere che frutta

Reverse vending: il vuoto a rendere che frutta

In Germania: Il vuoto a rendere su cauzione

In Germania è abbastanza comune il concetto di “vuoto a rendere” a cui spesso è connessa una piccola cauzione.

Se andrete a visitare  i mercatini di Natale e vorrete gustare una tazza di cioccolata calda o di vin brûlé potrebbe esservi richiesto un “pfand”, ossia una piccola cauzione sul bicchiere o sulla tazza, che poi vi sarà restituita al momento in cui andrete a riconsegnare quanto preso a prestito.

Allo stesso modo, il concetto di vuoto a rendere su cauzione viene utilizzato per bottiglie di vetro, plastica e lattine.

Se comprerete al supermercato una bottiglia di succo di frutta pagherete una piccola somma aggiuntiva rispetto al prezzo che si legge sullo scaffale: al momento della restituzione vi verrà dato un buono di pari importo da utilizzare sulla prossima spesa.

Tutto questo grazie all’utilizzo dell’apposito raccoglitore che legge i codici a barre e poi stampa i buoni.

Contenitori di questo tipo sono presenti in tutti i supermercati: è possibile che un supermercato non accetti tutti i vuoti, quindi il consiglio è di cercare di recarsi presso il punto vendita dove avete acquistato la bottiglia.

Solitamente l’importo della cauzione varia da un minimo di 10 cent a circa 25 cent, in base al tipo di rifiuto.

Ma io faccio già la raccolta differenziata …

Potrebbe sorgere spontanea la domanda: ma non è sufficiente fare la differenziata? Fare la raccolta differenziata è una buona pratica ma purtroppo non è incentivante. In questo modo invece l’incentivo c’è ed è direttamente visibile sullo scontrino della spesa: sono sicura che non si vedrebbero più rifiuti abbandonati per strada, sarebbe come lasciare in giro monetine.

Mi piacerebbe vedere questi contenitori anche in tutti i  supermercati italiani, anche se so che qualche comune ha già iniziato in modo indipendente e in via sperimentale.

Martina

Founder & Editor di MyHappyFlora, scrivo per condividere spunti su Digital, Business e Sostenibilità. Aspiro ad una vita a colori, (quasi) zerowaste,nel rispetto delle persone e dell'ambiente. Adoro il vintage, i libri e il caffè in tazza.

Rispondi

Torna in alto