Home » Rifiuti Zero, Lo stile di vita Zerowaste

Rifiuti Zero, Lo stile di vita Zerowaste

Rifiuti Zero o Zerowaste?

Possiamo definire lo  zerowaste come uno stile di vita a basso impatto ambientale, che aspira alla produzione di Rifiuti Zero e zero sprechi.

Detta così sembra impossibile. Eppure, ci sono tante piccole azioni che possiamo mettere i atto fin da subito per ridurre la produzione di rifiuti.

Se facciamo attenzione alla nostra dispensa e al nostro frigo, troveremo una quantità notevole di imballaggi usa e getta: vaschette in polistirolo, sacchetti di plastica, pellicola su frutta e verdura, bottiglie di plastica.

Quanti flaconi di shampoo, balsamo, maschere per capelli, creme corpo e bagnoschiuma riesci a contare nel tuo bagno? 

Oltre ai vari prodotti per l’igiene personale, si aggiungono make up, detergenti e detersivi.

Principalmente sono bagno e cucina i due ambienti della nostra casa che producono il maggior numero di rifiuti, la maggior parte dei quali sono imballaggi “single use”, cioè che dopo un solo utilizzo, vengono buttati.

Riciclare i contenitori è nostro dovere: ma possiamo fare di più!    Possiamo evitare di produrre rifiuti, cercando di trovare delle alternative più longeve e a minor impatto ambientale

I primi passi in 5 R

Sono sufficienti un po’ di consapevolezza e buona volontà per poter ridurre fin da subito il nostro impatto e la produzione di rifiuti:

1- Rifiuta!

Possiamo dire di no a cio’ che non ci interessa, eviteremo così di portare a casa un oggetto che finirebbe nel cestino dopo pochi minuti: un esempio sono i volantini o i set di benvenuto nei bagni degli hotel.

2- Riusa!

Possiamo ridare nuova vita a molti oggetti trovando per loro un nuovo scopo o semplicemente possiamo riutilizzarli fino a che saranno integri e in buono stato

3- Riduci! 

Riduciamo i nostri acquisti, i nostri oggetti e alleggeriamo le nostre vite: solo l’essenziale che ci rende felici. Possiamo fare decluttering  e donare o vendere ciò che non ci è più utile.

4-Ripara! 

Ciò che è rotto e può essere riparato ha una nuova vita. Prendiamo esempio dall’arte giapponese del kintsugi: il rammendo o le cicatrici diventano un elemento estetico di valore.

5- Ricicla!

Se non possiamo gestire in nessun altro modo, ricicliamo correttamente! (Verificare le regole del proprio comune di appartenenza per il corretto smaltimento!)

Prodotti Zerowaste

In commercio stanno inoltre emergendo nuovi prodotti, caratterizzati da packaging completamente riciclabili in carta o alluminio o addirittura prodotti in forma solida: un esempio virtuoso è quello dello Shampoo Solido

Martina

Founder & Editor di MyHappyFlora, scrivo per condividere spunti su Digital, Business e Sostenibilità. Aspiro ad una vita a colori, (quasi) zerowaste,nel rispetto delle persone e dell'ambiente. Adoro il vintage, i libri e il caffè in tazza.

Rispondi

Torna in alto